Il Canada apre la strada alla legalizzazione della cannabis per uso ricreativo.

Il Canada è secondo paese al mondo dopo l’Uruguay a legalizzare la cannabis per uso ricreativo. Il Cannabis Act (legge sulla cannabis) è entrata in vigore nell’ottobre 2018 e si prefigge tre obiettivi chiave: la salvaguardia della salute pubblica e la sicurezza, consentendo l’accesso legale agli adulti, tenendo la cannabis lontana dai giovani e lottando contro la criminalità e il mercato nero.

The Canadian Parliament in Ottawa, Canada, with the national flag flying.
Il Parlamento canadese a Ottawa, Canada, con la bandiera nazionale.

Il Canada ha fatto un passo in avanti legalizzando la cannabis ad uso ricreativo. Il 18 ottobre 2018 il Partito Liberale guidato da Justin Trudeau ha istituito un quadro giuridico completo per regolare la produzione, distribuzione, vendita e possesso di questa pianta. Il Cannabis Act è stato elaborato per una migliore protezione della salute dei canadesi, per allontanare i giovani e tenere i profitti fuori dalle mani dei criminali e del crimine organizzato.

 

Da allora l’uso ricreativo della cannabis è diventato legale per adulti maggiorenni (almeno 18 o 19 anni, a seconda della provincia o del territorio). In pubblico è legale possedere fino a 30 grammi di cannabis essiccata, o una quantità equivalente in forma non essiccata. È altresì concesso coltivare fino a quattro piantine e acquistare cannabis dai rivenditori autorizzati.
Inoltre alla fine del 2019 e stata autorizzata la vendita di prodotti commestibili a base di cannabis, estratti di cannabis e prodotti a base di cannabis per uso topico

Making recreational use of cannabis is allowed in Canada since 2018. In the picture, someone is smoking in a backyard.
L’uso ricreativo della cannabis è concesso in Canada dal 2018. Nella figura, un fumatore nel cortile.

Il Canada ha compiuto un grande sforzo per diffondere informazioni accurate e dettagliate circa gli effetti della cannabis sulla salute, nonché consigli per un consumo responsabile attraverso vari canali, come pure sul sito web ufficiale del paese. Evidenziando l’importanza di informare l’opinione pubblica sulla cannabis, il Canada ha stanziato all’incirca $46 milioni per programmi di educazione consapevolezza dei suoi rischi ed effetti. Queste iniziative cercano di informare i canadesi, specialmente i giovani, sui potenziali impatti sulla salute e la sicurezza associati all’uso della cannabis.

 

Questi sforzi per tenere la cannabis fuori dalla portata dei giovani, oltre all’educazione e alla sensibilizzazione, sono integrati anche da misure legali. La vendita o la fornitura di cannabis a minori è considerato un reato grave con pene severe. Inoltre il governo ha insistito per l’adozione di regolamenti per la presentazione e l’imballaggio di prodotti commestibili a base di cannabis che non risultino attraenti per i più giovani, allo scopo di evitare confusione con cibi e bevande comuni, nonché l’ingestione accidentale.

Examples of cannabis edibles wrappers and labels from Canada. Photo by: Janice Golding
Esempi di confezioni ed etichette di prodotti commestibili a base di cannabis provenienti dal Canada. Foto di Janice Golding

In Canada la regolamentazione della cannabis è una responsabilità condivisa tra il governo federale e i governi provinciali e territoriali. Ogni provincia e territorio beneficia di una certa flessibilità nell’introdurre misure aggiuntive o variazioni nell’implementare le politiche sulla cannabis. Ad esempio vi sono leggi specifiche relative al trasporto di piante di cannabis. È possibile viaggiare in aereo portando con sé fino a quattro piantine non fiorite da una provincia che permette di viaggiare con le piante ad un’altra provincia che consente anch’essa di viaggiare con le piante, ad esempio da Vancouver Island ad Edmonton, ma non in Quebec o Manitoba, dove l’autocoltivazione è stata vietata il 14 aprile 2023. Perciò per essere sicuri su ciò che è autorizzato o vietato è preferibile informarsi direttamente sulle politiche di ciascun territorio.

 

Tuttavia attraversare la frontiera canadese con cannabis e prodotti correlati, inclusi quelli contenenti CBD, è vietato in entrata e in uscita dal paese.

Information sign at the airport exit control.
Cartello informativo al controllo in uscita dall’aeroporto.

Tenendo conto di tutto questo, il Canada non solo prevede una normativa e una tutela solide per i suoi cittadini che usano cannabis, ma costituisce un esempio per il resto del mondo. Questo paese all’avanguardia dimostra che una politica più equa ed equilibrata sulla cannabis può offrire benefici tangibili alla società, migliorando la sicurezza degli adulti e lottando contro la criminalità.

A Canadian woman celebrating the legalization of cannabis. Photo by: AFP.
Una canadese festeggia la legalizzazione della cannabis. Foto di AFP.

Mentre ci muoviamo nel futuro, le politiche sulla cannabis in tutto il mondo si stanno orientando verso un approccio più permissivo e liberale. L’esperienza canadese può servire come ispirazione e guida per altri paesi che cercano di attuare normative simili. La legalizzazione della cannabis in Canada è una pietra miliare e segna l’inizio di una nuova era, lontana dal proibizionismo e dalla criminalizzazione.

 

DISCLAIMER:
Questo contenuto è inteso SOLO a scopo educativo e di intrattenimento.
NON appoggiamo né promuoviamo attività illegali legate alla cannabis.
Attenetevi alle leggi e ai regolamenti della vostra giurisdizione in materia di consumo di cannabis.

Condividilo:

Categorie

Ultimi post

Malta è il primo paese dell’Unione Europea a legalizzare l’uso ricreativo della cannabis. Dal dicembre 2021 in questa piccola isola gli adulti hanno il diritto di coltivare, possedere e consumare…

Il Canada è secondo paese al mondo dopo l’Uruguay a legalizzare la cannabis per uso ricreativo. Il Cannabis Act (legge sulla cannabis) è entrata in vigore nell’ottobre 2018 e si…

Siccità e piante sono incompatibili specialmente durante le estati calde e secche, quando le piante possono disidratarsi e infine morire. Ma anche in inverno dovete essere vigili e innaffiare le…

Leggi altri blog

Malta è il primo paese dell’Unione Europea a legalizzare l’uso ricreativo della cannabis. Dal dicembre 2021 in questa piccola isola gli adulti hanno il diritto di coltivare, possedere e consumare…

Il Canada è secondo paese al mondo dopo l’Uruguay a legalizzare la cannabis per uso ricreativo. Il Cannabis Act (legge sulla cannabis) è entrata in vigore nell’ottobre 2018 e si…

Siccità e piante sono incompatibili specialmente durante le estati calde e secche, quando le piante possono disidratarsi e infine morire. Ma anche in inverno dovete essere vigili e innaffiare le…