Cannabis per uso ricreativo? Malta all’avanguardia in Europa nella normativa sulla cannabis.

Malta è il primo paese dell’Unione Europea a legalizzare l’uso ricreativo della cannabis. Dal dicembre 2021 in questa piccola isola gli adulti hanno il diritto di coltivare, possedere e consumare cannabis entro determinati limiti stabiliti dalla legge.

The flag of Malta over the port of Valletta, the country's capital.
• La bandiera di Malta sul porto di Valletta, capitale del paese.

La legalizzazione della cannabis a Malta è stata promossa dal Ministro per l’Uguaglianza, la Ricerca e l’Innovazione, Owen Bonnici, che ha spiegato come l’obiettivo principale di questa misura sia mettere fine alla criminalizzazione delle persone per il semplice fatto che fumano cannabis, nonché ridurre il traffico illecito associato a questa sostanza.

 

“…Non spingiamo né consigliamo a nessuno di fare uso di un qualche tipo di droga o sostanza. Ma se una persona decide di fare uso di cannabis, non dovrebbe essere trattata come un criminale. Questa è la nostra posizione.” Intervista di Bonnici al Times of Malta.

The Minister for Equality, Research and Innovation, Owen Bonnici, in a press conference. Photo from: Chris Sant Fournier.
Il Ministro per l’Uguaglianza, la Ricerca e l’Innovazione, Owen Bonnici, in una conferenza stampa Foto di Chris Sant Fournier.

Secondo questa legge, gli adulti a Malta possono trasportare fino a 7 grammi di cannabis, coltivare fino a 4 piantine nelle loro case e conservare fino a 50 grammi di cannabis essiccata per il proprio consumo. Tuttavia è ancora illegale fumare cannabis in luoghi pubblici. È stata inoltre consentita la formazione di associazioni no profit per la cannabis. Queste associazioni sono autorizzate a coltivare cannabis e a distribuirla tra i propri membri. Ogni membro può ricevere fino a 7 grammi al giorno e un massimo di 50 grammi al mese.

Four cannabis seedlings growing.
Quattro piantine di cannabis crescono.

La legge, entrata in vigore con la firma del presidente George Vella, ha portato alla creazione dell’Autorità per l’uso responsabile della cannabis, un nuovo ente pubblico incaricato di supervisionare l’implementazione e la regolamentazione della legalizzazione della cannabis a Malta.

Two supporters celebrate the passage of this law in 2021 in front of Malta's parliament. Photo from: Reuters.
Due sostenitori celebrano l’approvazione di questa legge nel 2021 di fronte al Parlamento di Malta. Foto Reuters.

Questo nuovo quadro legislativo stabilisce anche misure a tutela dei minori. Chi non ha compiuto i 18 anni di età e viene trovato in possesso di cannabis non verrà incarcerato ma comparirà davanti ad una commissione di giustizia che lo inserirà in un “piano di assistenza”. D’altro canto le associazioni per la cannabis non possono essere situate vicino alle scuole o a circoli giovanili, e verranno imposte multe a chi consuma cannabis di fronte a minori.

 

Vale la pena notare che Malta occupa il primo posto in Europa in quest’ambito e, come sta accadendo in Germania, probabilmente altri paesi membri dell’Unione Europea ne seguiranno le orme nel prossimo futuro. Al di fuori del continente europeo, paesi come il Canada, il Messico e vari stati nordamericani hanno già applicato leggi simili, segnando una tendenza globale verso la legalizzazione e la regolamentazione della cannabis.

 

Questa tendenza riflette chiaramente il cambiamento nell’approccio che vari governi stanno adottando in relazione alla cannabis, riconoscendone sempre di più il valore terapeutico il potenziale regolatore.

A woman taking care of a cannabis plant.
Una donna coltiva una pianta di cannabis.

In conclusione, la legalizzazione della cannabis a Malta è una pietra miliare significativa in Europa e nel panorama globale della sua regolamentazione. Questo passo in avanti dimostra un approccio più progressivo e pragmatico all’uso della cannabis, mettendo fine alla criminalizzazione a favore di una regolamentazione responsabile. Altri paesi europei probabilmente seguiranno l’esempio in futuro, e questo potrebbe portare ad una maggiore armonizzazione delle politiche sulla cannabis nell’Unione Europa e nel mondo. La tendenza globale verso la legalizzazione e la regolamentazione della cannabis mostra che il suo potenziale terapeutico e i benefici di un mercato sicuro e controllato stanno ottenendo un riconoscimento sempre più ampio.

Condividilo:

Categorie

Ultimi post

Malta è il primo paese dell’Unione Europea a legalizzare l’uso ricreativo della cannabis. Dal dicembre 2021 in questa piccola isola gli adulti hanno il diritto di coltivare, possedere e consumare…

Il Canada è secondo paese al mondo dopo l’Uruguay a legalizzare la cannabis per uso ricreativo. Il Cannabis Act (legge sulla cannabis) è entrata in vigore nell’ottobre 2018 e si…

Siccità e piante sono incompatibili specialmente durante le estati calde e secche, quando le piante possono disidratarsi e infine morire. Ma anche in inverno dovete essere vigili e innaffiare le…

Leggi altri blog

Siccità e piante sono incompatibili specialmente durante le estati calde e secche, quando le piante possono disidratarsi e infine morire. Ma anche in inverno dovete essere vigili e innaffiare le…

La stagione della coltivazione all’aperto sta iniziando ed è giunto il momento di godere appieno le gioie offerte dalla potenza della natura coltivando piante vigorose e produttive. È vero che…

Se ancora non avete ceduto alla delicata bellezza delle orchidee ma siete arrivati fin qui, significa che state per farlo. Questi fiori eleganti hanno catturato molti cuori, compreso il nostro,…